Giovaninrete2.0

BLOGLe voci due.punto.zero dei Giovaninrete

Da Genova ad Ankara in Vespa

Da Genova ad Ankara in Vespa

Davide Aquanita e la sua casa mobile in salsa Erasmus

Il lungo viaggio di Davide Acquanita raccontato dall’amico Quintino che condividiamo volentieri con i nostri follower.

La #Vespa è sempre stata l’immagine della libertà giovanile e di quella sana voglia di vivere che caratterizza il secondo decennio di vita. Proprio con la mitica e leggendaria “due ruote” della Piaggio, e precisamente con una PX 150 del ’99, il giovane Davide Acquanita, ligure ma di papà siciliano (nativo di Butera – CL), si sta cimentando in un’impresa incredibile: un viaggio in vespa da Genova ad Ankara attraversando l’Italia meridionale e la Grecia. Sta andando in #Erasmus ad #Ankara per studiare Ingegneria Meccanica e, a seguito della lettura del libro “IN VESPA” di Giorgio Bettinelli, ha deciso di affrontare da solo, senza logistica e senza pianificare le tappe, il viaggio di circa 2.500 km.

Lo spirito d’avventura e la consapevolezza del rischio, allo studente non mancano, ma la voglia di realizzare un piccolo sogno è la molla che lo spinge ad affrontare con serenità anche i piccoli incidenti di percorso. Proprio un inconveniente tecnico alla sua amata vespa, l’ha costretto a fare tappa forzata a Teggiano, dove alcune simpatiche amiche, vedendolo in difficoltà e appresa la sua storia,  gli hanno dato supporto ed ospitalità. In un veloce colloquio nel corso del Negro Festival di Pertosa, ho avuto modo di conoscere la sua interessante avventura ed intervistarlo. Sorridente non si emoziona davanti agli obiettivi delle telecamere, ma un po’ stupito dell’interesse che suscita la sua avventura, racconta: “Non ho sponsor, il viaggio e tutto a mie spese. Leggendo le pagine di Bettinelli che descrive il suo viaggio in Vespa da Roma a Saigon, mi è balenata l’idea di andare ad Ankara, per l’Erasmus, in Vespa.

Sono partito da Genova il 17 agosto, ho percorso circa 850 km con il rischio principale dei guasti meccanici. Il motore della vespa è un motore semplice e ci si può mettere le mani con facilità, ma se son rogne grosse….son problemi. Ho fatto un itinerario generale che , più o meno, rispetto ma che vario di volta in volta in base alle circostanze. Ho fatto tappa a Gaeta, da un conoscente che mi ha ospitato, viceversa dormo in tenda o in ostelli se non trovo persone che incontro casualmente e che mi ospitano. Conto di arrivare ad Ankara verso il 10 settembre. Se qualcuno vuol seguirmi virtualmente, ho una pagina su Facebook: Vesping to Ankara ”  Nei suoi occhi che denotano un’anima asiatica, si legge il  fascino del piacere del viaggio lento su due ruote; 150 km al giorno attraversando i posti e assaporandone i profumi, con quell’ottimismo e spirito di libertà che solo un motociclista può comprendere. Ha con se un piccola telecamera e un macchina fotografica con cui spera di poter recuperare le spese che affronta, realizzando un reportage del viaggio che sta compiendo. Buona fortuna, Davide.  Ti aspetto al ritorno per un’ulteriore piacevole intervista.

Google+ Guarda il post su Google+ (+foto, +video, +tutto)

Articoli sullo stesso argomento

ON LUCI OFF