Giovaninrete2.0

BLOGLe voci due.punto.zero dei Giovaninrete

Alcoltest e lavaggi del cervello contro le “stragi del sabato sera”

Alcol test o lavaggio del cervello contro le stragi del sabato sera

I controlli in piazza Vittorio a Torino nella notte fra venerdì 25 e sabato 26

Trentasette denunce su 1738 persone controllate. Questo è il bilancio di una notte di controlli e alcoltest organizzata dalle forze dell’ordine di Torino nella notte fra venerdì 25 e sabato 26 novembre.

Con l’alcol non c’è da scherzare. Se è legalizzato e chiunque al di sopra di una certa età può farne l’uso che ritiene, questo non vale per chi si mette alla guida. Un’altra riflessione che fa poco esultare nasce dal testo di una canzone dei già citati Ministri (sabato 3 dicembre suoneranno a Torino dopo le esibizioni di “Oh no it’s Pok” e “Korova”).

Quali motivi spingono i giovani a bere eccessivamente? Commentate e diteci la vostra: nessuno vuol fare la morale ma rilanciare una riflessione che nasce spontanea ascoltando il pezzo di un gruppo indie rock e assistendo alle cronache che ogni settimana infestano i mezzi di comunicazione.

Negli ultimi 11 mesi, sono stati 1319 gli automobilisti sottoposti all’alcoltest dai carabinieri del Comando Provinciale di Torino nell’ambito dell’azione di prevenzione  e contrasto contro le “Stragi del sabato sera”. Meno del 20% è risultato positivo ai test dell’alcol e della droga. Ma quanti incidenti sono avvenuti nell’ultimo anno?

Dati a parte, sta ad ognuno di noi far sì che ogni sera non si trasformi in una strage annunciata. Tuteliamoci e – come suggeriscono i “Ministri” –  non basta:
far guidar qualcun altro… ma sarebbe bello un giorno uscire e scoprire che, si può far qualcos’altro

Augurando a tutti una splendida giornata e serata vi lasciamo con il video in stop-motion girato da un gruppo di studenti del Poli tra i quali anche il nostro Amedeo Eyecowsmokers. E non fate la fine di quel bicchiere:

Articoli sullo stesso argomento

ON LUCI OFF